Le tipologie di illecito previste dalla legge italiana

Quando ci si rivolge a un avvocato per una consulenza legale online o fisica, solitamente la ragione è la risoluzione di una lite, che scaturisce dall’attribuzione di una condotta illecita al soggetto accusato. Gli illeciti, ovviamente, non sono tutti uguali, sono attinenti a diverse sfera del diritto a seconda del tipo di colpa e dal riconoscimento di un illecito derivano diverse forme di punizione del soggetto giudicato colpevole. In generale, esistono tre diverse tipologie di violazioni: illecito civile, illecito amministrativo, reato.

Illecito civile
Si parla di illecito civile nel caso di violazione di una norma contenuta all’interno del codice civile, che tutela gli interessi dei privati. Esistono due diverse forme di illecito civile:
– Illecito civile contrattuale: la violazione di un obbligo, spesso ma non obbligatoriamente previsto da un contratto;
– Illecito civile extracontrattuale: illecito commesso al di fuori di preesistenti accordi tra chi ha commesso l’illecito e chi lo ha subito.

Illecito amministrativo
L’illecito amministrativo è quel tipo di violazione di una norma giuridica da cui scaturisce una sanzione amministrativa di tipo pecuniario. Gli illeciti amministrativi sono contestati da organi specifici che svolgono la funzione di polizia amministrativa, che operano al fine di tutelare e preservare lo svolgimento delle normali attività amministrative.
Oltre alle sanzioni pecuniarie, la legge prevede anche la possibilità di rivalersi sul colpevole mediante l’atto di confisca amministrativa.

Reato
Il reato è definito un fatto umano di tipo commissivo o omissivo vietato dall’ordinamento giuridico e prevede la commissione di una sanzione penale. Il reato, dunque, fa riferimento esclusivamente all’esecuzione di una violazione delle leggi previste all’interno del codice penale.
La tipologia di punizione inflitta all’offendente in un processo penale è ciò che distingue in modo sostanziale il reato dall’illecito: in caso di reato, la legge prevede pene quali ergastolo, reclusione, multa, arresto e ammenda.
Il reato si differenzia inoltre in delitto o in contravvenzione: in caso di delitto, le pene preciste sono ergastolo, reclusione e multa; nel caso della contravvenzione, arresto (senza reclusione) e ammenda.

Accessori che fanno la differenza in ristorante: 3 esempi

Nei ristoranti, non conta solo l’arredo di tavoli e delle sedie affinché si possa conferire al locale un propria identità. Spesso, ciò che colpisce i clienti è anche la ricerca di oggetti sofisticati, particolari, difficili da ritrovare in altri ambienti. E sono proprio questi accessori a dare al locale carattere e personalità mai viste prima. Se avete in programma l’arredo di un locale commerciale, noi vi consigliamo di affidarvi a dei professionisti che si occupano di arredamento ristorante a Milano, Roma e tutte le altre città d’Italia. In questo modo, sarete certi di non sbagliare nella personalizzazione dell’estetica del vostro locale e sarete liberi di occuparvi di altro.

Volete sapere alcuni accessori che potrebbero fare la differenza nel vostro locale? Scopritelo in questa guida con i nostri 3 esempi.

  1. Pareti con grafica

Un ottimo modo per distinguersi dagli altri, è sfruttare le pareti del proprio ristorante con messaggi grafici. Potete, ad esempio, scrivere il testo della canzone che più amate, attinente ovviamente al design che avete scelto per il locale. Oppure potete scrivere le parole che caratterizzano il vostro settore, ad esempio parole sullo street food o sui vegan restaurant. Se preferite, potete anche stampare il vostro menù, che ovviamente dovrà essere rigorosamente fisso.

  1. Oggetti di varia forma

Sbizzarritevi acquistando oggetti dalle forme più disparate e che quindi diano un tocco ricercato a tutto l’ambiente. Potete osare con oggetti che ricordano lo stile più minimal, o con accessori più vintage. La cosa importante è sbizzarrirvi con forme e colori in modo da dare una visione più particolare e irripetibile al vostro ristorante.

  1. Usate i pallet

Anche i pallet possono essere un ottimo componente d’arredo. Sono perfetti per chi ha scelto uno stile industriale o comunque rustico. I pallet in legno possono essere inseriti o sul soffitto del vostro locale o in alcune pareti. Potete anche sfruttarli come semplici credenze dove posare i vostri vini o i fiori che preferite. Con alcuni semplici lavori, potete modellarli come più vi piace.

5 idee per passare il tempo libero in casa con i figli

Spesso, quando arriva l’inverno non si ha più voglia di fare le solite passeggiate al parco con i propri figli. In questo caso, è necessario trovare qualcosa di divertente da fare per trascorrere il proprio tempo libero con i figli evitando di annoiarsi.
In questa guida, abbiamo deciso di svelarvi 5 idee per passare il tempo libero in casa con i figli.

1. Giochi da tavolo

Se la vostra famiglia è particolarmente numerosa, procuratevi dei divertenti giochi da tavolo, in modo da trascorrere il tempo libero in maniera formativa e divertente. Ad esempio, potete giocare a Monopoli, o a Risiko. Le regole del Risiko, ad esempio, sono stimolanti e aprono la mente. Per questa ragione, potete giocarci anche se avete figli piccoli.

2. Cucinate insieme

La cucina è un ottimo modo per stare insieme ai propri figli. Di solito, i bambini amano mettere le mani in pasta, soprattutto se si tratta di fare dolci. Nelle domeniche particolarmente fredde, proponete ai vostri figli di fare un ciambellone insieme. Potete anche optare per dei classici biscotti al cioccolato. Giocare con l’impasto e le formine permetterà loro di divertirsi imparando.

3. Dipingete

Esistono al mondo dei bambini che non amano dipingere? Probabilmente no. Allora, proponete ai vostri figli di dipingere insieme dei quadri astratti da appendere successivamente nella loro cameretta. Potete anche tentare una strada alternativa dipingendo degli oggetti, come delle foglie da attaccare eventualmente alla parete del vostro salotto. Insomma, sfogo alla fantasia e ai colori!

4. Lavorate la pasta di sale

La pasta di sale fa da sempre divertire i bambini, in quanto permette di creare degli oggetti caratteristici e anche molto utili. Procurarsela non è difficile, basta andare in qualunque cartoleria. Se non avete niente da fare, proponete ai vostri figli di realizzare delle piccole statuine a forma di angioletti da appendere al vostro albero di Natale (se siete nel periodo) o da appoggiare su qualche mobile. Sicuramente daranno sfogo al loro estro!

5. Leggete delle favole o fiabe

I più piccoli amano ascoltare le favole e le fiabe. Riunitevi intorno al vostro camino e leggete la fiaba che vi piace di più, magari proprio quella che raccontavano a voi stessi da bambini. Che sia Cappuccetto Rosso, Cenerentola o Pollicino, di certo riuscirete a carpire l’aria sognante dei vostri figli e l’effetto sarà assicurato!

Organizzazione matrimonio: 4 errori che commettono gli sposi

Il matrimonio è la tappa più importante nella vita di ognuno di noi. È la più attesa, la più desiderata e perché no, anche la più sognata. Per questo, la pianificazione della giornata avviene anche mesi prima, affinché non venga lasciato nulla al caso e per evitare, soprattutto, di incorrere in spiacevoli imprevisti.

Ma quali sono gli errori che spesso commettono gli sposi durante l’organizzazione di un matrimonio? In questa guida, ve ne sveleremo 4.

1. Non si è disposti a cambiare idea

Il matrimonio, si sa, è un evento soggettivo e personale, per questa ragione tutti gli sposi tendono ad organizzare il grande giorno a loro immagine e somiglianza. Scelta più che giusta, questo è certo. Tuttavia, provate ad essere anche un po’ più flessibili. Ascoltate i consigli di chi vi sta intorno, per evitare discussioni e non trascorrere i frenetici giorni di preparazione negativamente.

2. Scegliete gli abiti sbagliati

Scegliere gli abiti per il matrimonio è spesso complicato, sia per la donna che per l’uomo. Cercate di fare le vostre scelte con intelligenza: spesso, non è importante solo scegliere l’abito che incontra il vostro gusto, ma è necessario valutare anche l’occasione d’uso. Ad esempio, uomini: volete indossare un mezzo tight? Allora mai usarlo dopo le 18! Donne: il vostro è un tipico matrimonio invernale? Evitate le scollature, molto scomode quando fa freddo.

3. Vi dimenticate di fissare il budget

Organizzare un matrimonio richiede tempo e molto denaro. Prima di scegliere la location, la chiesa e qualsiasi altro tipo di elemento, fissate un tetto massimo per il vostro budget. Ciò vi permetterà innanzitutto di contenere le spese. Ma non solo, eviterete anche spiacevoli delusioni, che inevitabilmente potrebbero subentrare nel momento in cui scegliete qualcosa fuori dalla vostra portata.

4. Scegliere prima di conoscere il numero degli invitati

La prima cosa da sapere, quando si organizza un matrimonio e nello specifico quando si sceglie una location, è conoscere il numero degli invitati che parteciperanno. Non vi chiediamo chiaramente di conoscere il numero esatto: i forfait dell’ultimo minuto possono sempre capitare. Vi consigliamo solo di conoscere la quantità di persone probabilmente presenti a grandi linee, per evitare di optare per location o eccessivamente grandi, e quindi vuote, o troppo piccole, e quindi strette.

5 peggiori forme di inquinamento al mondo

L’era in cui viviamo è ormai irrimediabilmente soggetta all’inquinamento ambientale. Consumiamo risorse inutili, costruiamo impianti pericolosi ed inquinanti, sopprimiamo il nostro pianeta con scarti ambientali e qualsiasi tipologia di rifiuto. Insomma, il nostro ambiente ci chiede aiuto ma noi non facciamo poi così tanto per salvarlo.

Oggi abbiamo deciso di aprirvi gli occhi e svelarvi quali sono le 5 peggiori forme di inquinamento al mondo che si abbattono sul nostro pianeta. Volete saperne di più? Leggete questa guida.

1. Riversamenti di petrolio in mare

Una delle forme di inquinamento peggiore è il riversamento del petrolio in mare. Pensate all’incidente avvenuto nel 2002: nelle isole Galapagos, sono state riversate circa 123.000 tonnellate di greggio, che hanno portato ad un ingente danno in diverse aree marine e specie protette. I rifiuti in mare, insieme al petrolio, possono procurare danni non solo alle specie animali ma anche all’uomo, in particolar modo se questo ne viene in contatto tramite cibo, o respirazione. Per saperne di più, leggete quali sono i veri effetti dell’impatto ambientale del petrolio sul mare.

2. Gas Serra

È sicuramente uno dei grandi pericoli che affligge il nostro pianeta. I gas serra non sono altro che gas altamente pericolosi: tra questi spicca il CO2, che spesso produciamo noi stessi senza nemmeno accorgercene. Gli effetti dell’aumento dei gas serra sono tutti pericolosi ed allarmanti: aumento delle aree desertiche del pianeta, risorse idriche ridotte e scioglimento dei ghiacciai con conseguente innalzamento dei livelli del mare.

3. Inquinamento urbano

Anche l’inquinamento urbano è una tipologia di inquinamento ambientale. A causa dell’utilizzo ingente di automobili a combustione fossile, l’aria delle grandi metropoli sta diventando via via sempre più inquinante. Le maggiori conseguenze le subisce l’uomo: a causa delle polveri sottili si diventa sempre più soggetti a patologie polmonari, più o meno gravi. Uno fra tutti, l’asma.

4. Inquinamento agricolo

L’inquinamento agricolo è molto diffuso nel nostro pianeta. Deriva dall’utilizzo di pesticidi, che essendo sostanze idrosolubili, penetrano nel terreno e inquinano tutte le falde acquifere delle città. In Italia, vengono utilizzati più di 175.000 pesticidi, tutti pericolosi, in particolar modo per la salute dell’uomo, che rischia di consumare inconsapevolmente frutta e verdura contaminata.

5. Inquinamento proveniente dal Mercurio

Il Mercurio è uno dei metalli più pericolosi e tossici del pianeta. Viene utilizzato maggiormente nelle industrie a carbone, e una volta espulso, può immagazzinarsi nel suolo e nelle acque del nostro territorio. Il rischio è la contaminazione dei pesci, che di conseguenza possono infettare anche il nostro corpo umano.

3 consigli per scegliere le fedi nuziali adatte a voi

Le fedi nuziali sono l’emblema di un matrimonio. Racchiudono, infatti, tutto l’amore degli sposi e rappresentano il sigillo ricco di significati e valori, potenzialmente lungo tutta la vita. Per questa ragione, scegliere le fedi nuziali per il proprio matrimonio, può essere davvero difficile e problematico. Noi vi consigliamo di farvi aiutare da delle wedding planner, specializzate nel settore. Che siate siciliani o romani, potete cercare le wedding planner Sicilia e Roma che fanno più al caso vostro e affidare loro l’organizzazione delle vostre nozze.

Se invece volete fare da soli, e vi trovate davanti alla difficile scelta delle fedi nuziali, eccovi 3 consigli fondamentali per compiere una scelta senza rimpianti.

1. Valutate la misura ed il materiale

Scegliere la giusta misura è indispensabile in quanto si presume che la vostra fede debba essere indossata per la vita. Per questa ragione, prima di compiere ogni decisione, valutate la misura del vostro dito prendendo in considerazione un anello che già possedete. Potete anche procurarvi un metro e calcolare la sua circonferenza esterna. Anche il materiale è estremamente importante: forse non lo sapete ma le fedi possono essere realizzate attraverso strumenti tutti differenti. Il nostro consiglio è optare sempre per l’oro 18 ct in quanto è un materiale che certamente vi darà pochi problemi nel corso del tempo. Non dimenticate il fattore allergia: valutarlo prima vi permetterà di ovviare spiacevoli inconvenienti.

2. Scegliete il colore che preferite

Le fedi possono avere dei colori davvero variegati. C’è il classico oro giallo, da sempre intramontabile, che l’oro bianco che dona un tocco di eleganza e raffinatezza alle vostre mani. Se siete tipi particolarmente estrosi, potete anche utilizzare delle fedi rosate; se invece siete persone dall’anima molto dark potete osare con delle fedi color nero o marroncino sicuramente originali e caratteristiche.

3. Considerate lo stile

Come abbiamo già visto, le fedi non sono tutte uguali. Si differenziano, infatti, anche per lo stile. Potete optare, in questo caso, per delle fedi classiche, sicuramente semplici ma di sicuro effetto; o per le francesine, più fini rispetto alle classiche, ideali per chi ha mani dalle dita sottili. Ci sono anche le fedi etrusche, probabilmente le più antiche al mondo, rotonde e ondeggianti, sia in oro giallo che bianco; e quelle mantovane, caratterizzate da uno spessore di circa 6mm e con una bombatura esterna. Anche in questo caso, il colore può essere giallo, bianco o rosato.